Free songs

FORGOT YOUR DETAILS?

Info c.e.m.

Cos’è l’elettrosmog?

by / lunedì, 01 Settembre 2014 / Published in info c.e.m.

La parola elettrosmog si riferisce alla possibilità che il campo elettromagnetico diffuso nell’ambiente da varie fonti sia un elemento inquinante, una specie di smog invisibile.
Smog è un termine inglese e si riferisce all’inquinamento ambientale causato dalla nefasta combinazione di fumo (smoke) e nebbia (fog).

Il termine è usato per designare, talvolta anche in maniera affrettata e impropria, un qualunque tipo di inquinamento ambientale dovuto a campi elettromagnetici di origine artificiale.
Esiste un campo magnetico naturale, quello terrestre, con il quale l’essere umano ha da sempre convissuto e ogni alterazione di questa condizione naturale può essere considerata inquinamento: ovvero, “elettroinquinamento”. Viviamo immersi in diversi
campi elettromagnetici generati da varie sorgenti.
Dai cavi dell’impianto elettrico domestico al frigorifero, dalla televisione al telefono cellulare, dall’asciugacapelli all’aspirapolvere, dal forno a microonde alla lavatrice. In particolare “il telefonino”, che fa dell’Italia il Paese a più alta densità di utilizzazione con un numero di apparecchi superiore a quello dei suoi abitanti.

Campi elettrici e …

Qualsiasi corpo su cui si trovano cariche elettriche crea intorno a sé un campo elettrico, E (figura a destra). La sua intensità si misura in Volt/metro (V/m).
Se tale campo fosse visibile all’occhio umano apparirebbe come un insieme di linee che partono da un corpo carico positivamente e terminano su uno carico negativamente. Un effetto arcobaleno a noi invisibile.Il campo magnetico (figura a sinistra), è generato, invece, da cariche in movimento, gli elettroni (e). La sua intensità H si misura in Ampere/metro (A/m) mentre la sua densità di flusso, B(anche detta induzione magnetica G voce in glossario) è misurata in Tesla (T).
Il campo magnetico lo possiamo immaginare come un insieme di linee chiuse che si susseguono intorno ad un filo percorso da corrente elettrica.
Tra il campo elettrico e il campo magnetico esiste una proporzionalità che si perde in condizioni particolari (campo vicino).
Campo elettrico e campo magnetico sono dimensioni diverse di un’unica entità, il campo elettromagnetico.

03

02

…campi magnetici.

 

Il campo elettromagnetico (indicato come CEM) è un fenomeno fisico che consiste nell’esistenza contemporanea di un campo elettrico e di un campo magnetico. La sua densità di potenza, S si misura in Watt su superficie ( Watt/m2 – watt al metro quadrato).

In ogni punto dello spazio, campo elettrico e campo magnetico oscillano secondo modalità che dipendono dal tipo di sorgente e si propagano sotto forma di onde.
L’onda elettromagnetica si propaga nello spazio trasportando energia.
A differenza delle onde acustiche o di quelle sull’acqua, che si propagano soltanto attraverso un mezzo materiale (aria o acqua), le onde elettromagnetiche si propagano liberamente anche nello spazio vuoto e alla velocità della luce.
La propagazione per onde significa, che un’oscillazione dei campi si estende nell’ambiente circostante; la velocità di questo spostamento, se siamo in aria, è di 300.000 km al secondo.Il numero di oscillazioni al secondo dell’onda elettromagnetica è detto frequenza, ed è misurata in Hz (Hertz).

04

 

 

 

 

 

 

Spettro elettromagnetico

L’onda elettromagnetica rientra nello spettro elettromagnetico e, cioè, l’insieme di tutte le onde elettromagnetiche possibili.
Lo spettro elettromagnetico (vedi figura) contiene tutte le onde elettromagnetiche comprese tra una frequenza che va da 0 Hertz, ovvero la corrente continua di una batteria, fino a frequenze elevatissime. Ad esempio le frequenze di un telefonino GSM sono comprese tra 900 e 1800 MHz.
I campi elettromagnetici a frequenza elevatissima ben oltre lo spettro della luce visibile,sono ionizzanti, cioè in grado di determinare modificazioni a livello atomico della materia.
È il caso, in particolare, dei raggi X (quelli comunemente usati negli ospedali per realizzare le lastre radiografiche) e delle radiazioni gamma.
L’elettroinquinamento si riferisce alle radiazioni non ionizzanti con frequenza inferiore a quella della radiazione infrarossa.

05

 

 

 

 

 

 

 

Alta frequenza e bassa frequenza

Qualsiasi apparato elettrico, genera un campo elettromagnetico:dai cavi dell’impianto elettrico domestico, alla TV, dal frigorifero al telefonino, ecc.
I campi elettromagnetici possono essere classificati secondo almeno due diversi criteri: il primo riguarda l’origine, il secondo la frequenza.
Ciò è importante per sottolineare come esista un fondo elettromagnetico naturale e un altro creato dall’uomo poiché connesso all’attività di produzione e trasformazione dell’energia elettrica.

 

06

 

 

Lascia un commento

TOP